Una riflessione sullo stalking

“Stalking è un termine inglese qui inteso per indicare una serie di atteggiamenti tenuti da un individuo che affligge un’altra persona, perseguitandola e generandole stati di ansia e paura, che possono arrivare a comprometterne il normale svolgimento della quotidianità.”

Tra le storie di molestie in strada ci è arrivata, qualche tempo fa, la storia di Silvia. Una storia che ci ha colpito molto e che vogliamo condividere con voi.

<<E’ da quando ero bambina che ho a che fare con molestatori di ogni tipo, ma ho sempre reagito senza subire, eppure ho paura. La paura ebbe inizio un’estate di molto tempo fa, ci presentarono perché venivamo dalla stessa città. Qualche uscita in compagnia e poi un semplice bacio sul lungo mare. Finite le vacanze, tornati a casa, ci siamo rivisti ma misi in chiaro da subito che per me non poteva funzionare e tutto ebbe inizio così. Ovunque andavo, lui c’era. Mi fissava con la testa china e gli occhi indagatori che ancora ricordo ed ancora mi terrorizzano. Mi passava vicino, sussurrando in modo che potessi udirlo solo io. Se non uscivo mi telefonava. Quando ebbi una relazione, mi disse che avrebbe ucciso il mio ragazzo, così sarei stata con lui. Convinse la mia migliore amica, che ero io a travisare, chiedendo di aiutarlo e lei lo fece. Per anni non ho avuto pace, respiro, tranquillità. Lo chiamano stalking, io preferisco persecuzione. Oggi è finita ma io ho paura, fatico a dare fiducia. Il mio profilo facebook porta un nome fittizio perché ho paura che possa trovarmi. In pochi hanno i miei contatti ed a quei pochi ho espressamente chiesto di non divulgarli mai. Nessuno sospetta, tutti credono sia un po’ chiusa, un po’ strana. Solo il mio attuale compagno sa, comprende e sostiene. Solo altre donne che hanno vissuto la mia esperienza sanno e ci sosteniamo e comprendiamo a vicenda.>>

Fa bene Silvia a definirla persecuzione: lo stalker segue, pedina, fa in modo di essere un’ombra persistente e invadente nella vita di un’altra persona. Come questa non meritasse più di vivere la propria vita liberamente. E questo crea paura, timore, e conseguente deterioramento dello stile di vita.
La storia di Silvia non è unica: dalla prima e unica indagine Istat sulla violenza sulle donne pubblicata nel 2006, emerge che 937mila donne sono state vittime di stalking, nonché di violenza fisica e sessuale; a queste si aggiungono un milione e 139 mila donne che hanno subito stalking, ma senza violenza fisica o sessuale.
In Italia il reato di stalking è punito dall’articolo 620bis del codice penale, introdotto con il decreto legge del 23/02/2009. Una legge che solo in parte protegge le vittime, in quanto determina solo degli iniziali ammonimenti per lo stalker, e solo in seguito dei reali provvedimenti.
Ma questo basta?
Sappiamo che lo stalker spesso reagisce male alle minacce di denuncia. Reagisce anche con violenza, fino alle conseguenze estreme: lo stalking può sfociare in femminicidio.
Lo stalking è sinonimo di controllo, persecuzione, appropriazione della vita altrui e annullamento dell’altrui libertà.  Non bastano quindi gli ammonimenti penali. Serve più protezione per le vittime di stalking, serve supporto, serve annullare la cultura imperante del victim blaming (tante volte è la vittima che viene colpevolizzata: “Non dovevi dargli così corda, non dovevi guardarlo, non dovevi considerarlo…”); serve creare una nuova cultura in cui la libertà nei rapporti interpersonali –e non- sia la priorità, il principio di base che permetta a tutt* di vivere liberamente la propria vita.
Per ora, abbiamo dalla nostra parte alcuni centri AntiViolenza a cui si può rivolgere in caso di stalking e violenza, e il 1522, numero verde gratuito che aiuterà a trovare il centro AntiViolenza più vicino.
Hollaback!Italia è vicin* a Silvia, a chiunque subisca molestie in strada, violenza fisica e verbale ed episodi di stalking.

Autore:

Nessuna risposta

I commenti dell'autore sono in grigio scuro per distinguerli più facilmente dagli altri commenti

  1. [...] it consists of and what recent laws are doing to combat it. They also offer some tips and resources on what to do if somebody is stalking you or somebody you [...]

Rispondi

Powered by WordPress