Linee guida per i commenti

Raccontando la propria esperienza di molestia in strada si compie un gesto di grande coraggio. Noi ammiriamo chi riesce a farlo e vorremmo che la sua storia servisse a infondere fiducia in sé e nella propria forza. Troppo spesso le vittime di una violenza sessuale non ricevono il rispetto che meritano. Con le nostre linee guida per i commenti, brevi ma chiare, intendiamo bloccare questa cultura.
Niente “Al tuo posto, io…”. Tieni per te qualsiasi consiglio di comportamento. Siamo sicuri che sei animato/a da buone intenzioni, ma già le molestie in strada portano la vittima a dubitare di sé, quindi non serve un tuo contributo in tal senso.
Niente espressioni d’odio. Se senti il desiderio di lasciare commenti tipo “Te lo sei meritato” o “Sei una puttana/un frocio etc”, prendi un bel respiro e torna in te! Non li ascolteremo, né tantomeno li pubblicheremo.
Critica l’idea, non la vita delle persone. Se pubblichiamo un’idea o un concetto che non ti piace, diccelo. Se pubblichiamo l’esperienza di una persona che non ti piace, è un problema tuo. Noi pensiamo che sia straordinaria.